Lomar Srl Via Galvani, 35 Flero (Brescia)
NUOVO PALASALUTE DI BORDIGHERA

TESTA LETTO PER DIALISI e SISTEMA DI CHIAMATA Lomar per Nuovo Palasalute di Bordighera

Lomar in collaborazione con la Ditta Rapellini srl ha realizzato travi testaletto completamente custom per reparti dialisi modello Intensiva SC  con fissaggio a soffitto e con canalizzazioni per il passaggio dell’impianto di trattamento dell’acqua destinate al reparto dialisi presso la nuova struttura Palasalute di Bordighera (IM). l’esperienza maturata da anni nel settore dell’edilizia e nella realizzazione di impianti elettrici , impianti speciali e opere chiavi in mano della Rapellini srl assieme alla professionalità e specializzazione per impianti dialisi da parte della Cullingan spa ci ha permesso di realizzare un dispositivo medico moderno completo e funzionale.

Le lampade fuori porta sono state completamente personalizzate con retroilluminazione e numerazione dedicata per ogni locale

L’intero ospedale è stato gestito con l’innovativo sistema di chiamata Epsilom.

Sono stati realizzati due punti di guardiola ( uno per piano ) dando la possibilità agli operatori sanitari di aver sempre sotto controllo tutti gli eventi in corso e lo storico di ogni reparto.

L’alimentazione del sistema di chiamata infermiera è stata suddivisa stanza per stanza in modo da garantire sempre il funzionamento anche in caso di un guasto.

Per la gestione delle pulsantiere bordo trave testaletto è stato collocato un punto di aggancio magnetico che permette alle pulsantiera durante lo stand-by di avere un punto di aggancio sempre disponibile comodo anche per il paziente.

Ogni locale bagno è stato gestito con punti chiamata retroilluminati per visibilità notturna e collocabili in classiche scatole 3 moduli

impianto dialisi

Ogni trave prevede un sistema di canalizzazione dedicato , indipendente , e sempre inspezionabile in caso di manutenzione.
Per le tubazioni dell'acqua è stato previsto un circuito di discesa e risalita per ogni trave testaletto e una colonna a pavimento per ogni postazione dedicata allo scarico

L'illuminazione delle travi testaletto totalmente a led di produzione Lomar permette di ottenere 3500 lumen per la luce visita e circa 6000 lumen per la luce indiretta in modalità on-off e con regolazione 0-100%. L'illuminazione viene gestita in modo centralizzato dal PC di guardiola con orari e valori a scelta del cliente. Una volta ricevuto l'impulso dal software di gestione , tutte le travi si commutano automaticamente nella modalità impostata. Possono ad esempio essere gestite anche le luci notturne con orari prestabiliti senza dover realizzare impianti elettrici con orologi o temporizzatori.

IMPIANTI CULLIGAN DI BI-OSMOSI PER USO DIALITICO AQUA-CLEER® RO2 MD BIO

E’ la tecnologia bi-osmosi Culligan R.O.2 MD BiO è in assoluto il sistema Culligan di trattamento dell’acqua per dialisi più evoluto. Completo di interfaccia utente dotata di un intuitivo “touch screen”, R.O.2 MD BiO non è soltanto semplice da usare, ma, grazie ai sistemi di sicurezza intrinseca a prova di guasto all’interno dell’unità, garantisce una fornitura d’acqua continua in ogni momento. L’utente può controllare rapidamente e accuratamente tutti i parametri chiave come: la qualità dell’acqua, la pressione di funzionamento, le portate e i dati sul consumo di acqua, grazie alla strumentazione avanzata e alle visualizzazioni di diagrammi di flusso di facile interpretazione, unitamente a efficaci strumenti grafici. Il quadro automatico di controllo a PLC garantisce il corretto funzionamento dell’impianto anche in caso di avaria di uno stadio osmotico. Attraverso sensori interni, l’impianto commuta in automatico e senza necessità di intervento da parte dell’operatore, il funzionamento da bi a mono osmosi, in modo da poter assicurare il proseguimento delle attività dialitiche, senza recare disagi ai pazienti e agli operatori. Il sistema di trattamento per emodialisi Culligan R.O.2 MD BiO è stato progettato per minimizzare il consumo di acqua e per essere il più efficiente possibile dal punto di vista energetico, per ridurre i consumi ed essere allo stesso tempo rispettoso dell’ambiente. Il pre-trattamento è effettuato utilizzando l’ultima gamma di filtri e addolcitori Culligan HE (High Efficiency – Alta efficienza).

Il sistema include anche un cabinato termico per la disinfezione a caldo dell’anello di distribuzione dell’acqua. La sanitizzazione termica, periodica, alternata a quella chimica offre maggiori garanzie di contenimento microbiologico sulla linea di distribuzione acqua osmotizzata.

La sanitizzazione termica eseguita con acqua surriscaldata 90º/95ºC (85ºC sul ritorno anello secondo indicazioni riportate sulle Linee Guida redatte dal SIN) attuabile su circuiti di distribuzione realizzati con materiali idonei quali PVDF-HP, AISI 316L o PEX, è costituita da un serbatoio di accumulo in acciaio, completo di termoresistenze scaldanti, sensori di temperatura sul loop, valvole automatiche di comando controllo e sicurezza, sistema di ricircolo mediante pompa  AISI,   tutto   preassemblato   su telaio   in  struttura cabinata   e protetta,   completo   di   quadro   elettrico   di potenza.

Tutta la gestione automatica del sistema di sanitizzazione termica è comandata dal quadro elettrico generale a PLC.